2011 - "Essere nel passo del tempo" a Palazzo Costanzi - dal 17 giugno al 12 luglio

Mostra personale di Paolo Cervi Kervischer nella Sala "Umberto Veruda" di Palazzo Costanzi a Trieste

mostra curata da Federica Luser . Sala Umberto Veruda - Palazzo Costanzi, Trieste.

La mostra ha presentato un'accurata selezione di opere di Paolo Cervi Kervischer scelte tra quelle dipinte negli ultimi anni nonchŔ alcuni dipinti creati per l'occasione come "Odissea - Odi Ulisse" una tela di grandi dimensioni che sintetizza la poetica dell'artista ove pi¨ storie s'inseguono con la sovrapposizione di pezze dipinte, disegnate e scritte che, come in un collage, ricostruiscono un dialogo perfetto tra l'artista e il mondo che lo circonda, permettendogli di far convivere nella medesima composizione figurazione ed astrattismo, immagine e parola in una sintesi concettuale che Ŕ alla base della sua poetica.
E' il mito di Odisseo alla continua ricerca della sua dimensione, metafora di un'umanitÓ che cerca di essere nel passo del tempo, con le sue incertezze e turbamenti.

La mostra Ŕ proseguita con alcune grandi tele che ricompongono la serie dei "Torsi", motivo ricorrente nella sua poetica che testimonia la sete e ansia di ricerca, ciclo quest'ultimo in cui alla citazione da Michelangelo si sovrappone l'idea sintetizzata del corpo, figure appena accennate messe a fuoco nella loro apparenza nella profonditÓ dello spazio-fondo.
Sempre ombre per˛ bianche quando rievocano il passato e nere quando Paolo Cervi Kervischer dipinge l'uomo contemporaneo, uomo che si fa ombra e ombra che sfugge alla figura e si sostituisce al corpo.
I "Volti" dallo sguardo intenso e taglio di grande particolaritÓ poi sono i muti testimoni di questo mondo precario che vive nella condizione della non conoscenza.

Entra nella mostra

Accedi al tour virtuale.

Oppure guarda le immagini:

invito_fronte.jpg
DSCF2684.JPG
DSCF2694.JPG
DSCF2712.JPG
DSCF2713.JPG

DSCF2717.JPG
DSCF2726.JPG
DSCF2727.JPG
DSCF2730.JPG
DSCF2735.JPG

 

Qui il link all'intervista realizzata da Viviana Novak.

E qui un bel contributo di Maria Luisa Runti.

Paolo Cervi Kervischer © 2008 - Valid: CSS, XHTML 1.0 - Powered by Fucine.IT - Credits